Cerchi qualcosa qui dentro? prova qui!

sabato 6 giugno 2009

Chariot - kit attacco bici



Come promesso, anche se a tarda sera, ecco le immagini e due righe di istruzioni su come si collega il Chariot al mozzo posteriore dell apropria bici.
Innanzitutto alcune immagini.

Ecco come si presenta il kit assemblato, ma scollegato dalla bici

LATO BICICLETTA
Dal lato della bici, come ho descritto in un altro post, il kit si monta sul mozzo della ruota posteriore.


Svitare completamente il perno passante dello sgnacio rapido ed inserire il pezzo con la boccola del kit nel perno stesso.Deve essere installato in modo che l'apertura più ampia della boccola sia rivolta in avanti, verso la direzione di marcia.
Reinstallare il perno passante nel mozzo della bicicletta e serrare la ruota.
Questa operazione non dovrà più essere ripetuta ogni volta che volete attaccare il rimorchio.

Nelle immagini che seguono ecco come collegare la sbarra in alluminio del kit alla boccola appena montata.
Inserire la parte in gomma rigida nera nella boccola, e successivamente bloccate con il perno in acciaio, che a sua volta sarà fissato con la copertura in gomma.




La fascetta nera in cordura dovrà passare nel telaio dell abici e successivamente fissata all'anello posto sotto la sbarra: questa è una sicurezza aggiuntiva (come i cavi d'acciaio dei grnci traino), tiene il rimorchio collegato alla bicicletta se dovesse sganciarsi per qualche motivo.
Sulla bicicletta non avete altro da fare, ora occorre attaccare la sbarra al rimorchio.

LATO CHARIOT
il rimorchio frontalmente ha due buchi di forma quadrata dove si inseriscono gli accessori: le barre per la ruota centrale da 16 pollici, o il kit per la bici.
Tutti gli accessori che si inseriscono in questi alloggiamenti hanno un fermo automatico (vedi foto, ed in aggiunta il kit bici ha un perno di sicurezza, visibile in foto.





Le operazioni necessario sono ultimate, non vi resta che caricare il vostro bambino, mettergli il casco, le cinture, e via, dove volete.

A presto
Cris

2 commenti:

  1. Ah, ma tu hai l'attacco della Chariot? Noi abbiamo il Weber. Sarebbe carino spiegare le differenze sul gruppo su Facebook.

    Buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Il Weber non lo conosco.
    Pensavo fossero due attacchi diversi sempre della chariot.
    Si, sarebbe bello dare a tutti una spiegazione su entrambe le soluzioni, ed io sarei curioso di conoscere l'altro sistema.

    Il gruppo l'ho creato apposta, ho cercato e non c'era per l'italia.
    Scrivile tu, magari con qualche foto, sul gruppo direttamente.
    Ciao,
    buon inizio settimana.

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati, ma occorre, in linea con il blog, mantenere un linguaggio appropriato.
grazie